Australian Open 2021, day 7: Zverev convince, Djokovic dissipa i dubbi e fa 300

0
212
Australian Open 2021 Novak Djokovic Milos Raonic

Australian Open 2021 – Dopo i risultati inattesi arrivati al termine della sessione diurna, che hanno visto le sconfitte di Dominic Thiem e Felix Auger-Aliassime, la seconda parte della giornata dedicata agli ottavi della parte alta del tabellone non ha portato ulteriori scossoni. Novak Djokovic ha messo a segno la vittoria numero 300 a livello Slam superando Milos Raonic in quattro set e Alexander Zverev ha battuto in tre set Dusan Lajovic offrendo una convincente prestazione. L’appuntamento tra i due è ai quarti di finale quando si troveranno di fronte per l’ottava volta con il serbo in vantaggio 5-2 e in serie positiva da quattro partite.

La sfida tra Djokovic e Raonic era accompagnata dalle preoccupazioni sulle condizioni fisiche del serbo per i problemi avuti nel turno precedente contro Taylor Fritz ma dopo pochi game i timori sono subito svaniti.

I giocatori sono partiti molto concentrati al servizio e gli scambi che si sono visti sono stati equilibrati. Ai recuperi in allungo di Nole, Raonic ha risposto tenendo bene il campo le volte in cui è ha potuto giocare un maggior numero di colpi con il dritto. Nel settimo e nel nono game Djokovic è riuscito a comandare più scambi sulla diagonale sinistra e si è procurato due palle break che però il canadese ha annullato e si è arrivati al tie-break. Djokovic è subito andato avanti di un mini break grazie a uno smash sbagliato dal suo avversario e ha mantenuto il vantaggio con solidi turni di battuta.

Nel secondo set, dopo un MTO chiesto da Raonic sul 2-1 per un problema alla caviglia sinistra, si è rivelata una situazione strana. Nole ha iniziato a rallentare lasciando intravedere qualche difficoltà negli spostamenti e ha perso concentrazione subendo il break nel quinto game con una serie di gratuiti tra i quali un doppio fallo. Raonic si è messo tranquillo e ha scagliato bombe di servizio a ripetizione chiudendo 6-4.

La serie vincente del canadese si è interrotta nel quarto game del terzo parziale. Nole ha ritrovato continuità con la risposta prendendo campo e allungando gli scambi ed è arrivata la resa di Raonic che ha perso due volte di fila la battuta cedendo 6-1.

La stabilità è tornata nel quarto parziale anche se il maggior controllo del gioco e dell’avversario era dalla parte del serbo che nei suoi turni di battuta quando ha avuto la necessità di fare il punto ha servito in modo perfetto. Raonic invece ha tentennato di più suoi propri turni di battuta salvando due palle break nel terzo game e ricorrendo ai vantaggi nel settimo.

Il break stava maturando e si è materializzato sul quattro pari aperto da uno schiaffo al volo di dritto del canadese. Djokovic si è acceso e ha esibito tutte le sue doti piazzando una risposta vincente di dritto. Poi il serbo ha dominato gli scambi con recuperi fenomenali sulle righe mettendo a segno il break e ha chiuso la partita con un solido turno di servizio.

A differenza dei due precedenti tra Zverev e Lajovic, entrambi giocati al Roland Garros, durante i quali il tedesco si è complicato la vita spuntandola al quinto, oggi non ci sono state distrazioni da parte sua. All’inizio del primo parziale Zverev ha faticato a trovare continuità con i colpi e a ingranare con il servizio cedendolo nel secondo game ma, con l’immediato contro break ottenuto grazie a un gioco sempre più aggressivo, la partita ha cambiato binario. La percentuale di prime palle messe in campo da Zverev è aumentata e così anche la pesantezza e la precisione dei suoi fondamentali e nel settimo game ha tolto ancora il servizio al serbo e ha chiuso 6-4 salendo di livello.

Nel secondo set il servizio ha dominato e tutto si è deciso nel finale. Nell’undicesimo game Lajovic ha avuto il primo momento di tentennamento e Zverev ne ha approfittato mettendogli gran pressione in risposta e gli ha strappato il servizio alla quarta palla break ma al momento di chiudere ha esitato a sua volta e con tre gravi gratuiti ha restituito il vantaggio. All’inizio del tie-break i giocatori si sono scambiati una serie di regali che alla fine ha premiato Zverev con un mini break di vantaggio. Nel momento più delicato il tedesco ha ritrovato coraggio e con un ace e uno smash è salito 5-2. Lajovic è rimasto in scia provando a incutergli qualche timore ma ormai Zverev aveva in mano il set e l’ha tenuto con fermezza. Niente da segnalare nel terzo parziale. Il tedesco ha preso il largo con un break nel quarto game e ha chiuso rapidamente il match.

AUSTRALIAN OPEN 2021 – IL TABELLONE


[6] A. Zverev b. D. Lajovic 6-4 7-6(5) 6-3
[1] N. Djokovic b. [14] M. Raonic 7-6(4) 4-6 6-1 6-4

COME SEGUIRE LA 2^ SETTIMANA DEGLI AUSTRALIAN OPEN 2021 IN DIRETTA TV