Australian Open 2021, day 14: Djokovic e la nona essenza della perfezione. 18esimo Slam con vista su Federer e Nadal

0
283
Australian Open 2021 Nole Djokovic Daniil Medvedev
©AustralianOpen

AUSTRALIAN OPEN 2021 – Non si può ancora pensare di vincere contro Novak Djokovic a Melbourne. Il numero uno del mondo travolge Daniil Medvedev prendendosi il nono Australian Open e il diciottesimo Slam avvicinandosi a Nadal e Federer.

All’atto conclusivo del torneo Djokovic ha alzato il livello del suo gioco rasentando la perfezione tecnica e tattica davanti alla quale il russo ha potuto solo inchinarsi. Nole consolida il primato in classifica infrangendo ogni record mentre Medvedev si porta in terza posizione scavalcando Dominic Thiem.

Djokovic vince il sorteggio, sceglie di servire e parte fortissimo. Nei primi game sembra impossibile intravedere una singola speranza di partita combattuta. Il serbo serve in modo impeccabile e, nelle rare occasioni in cui il suo avversario riesce a rispondere, è pronto a chiudere con il colpo successivo. In risposta, poi, è subito presente e nonostante Medvedev piazzi sei prime su sei subisce il break nel secondo game. Nole prende in mano rapidamente gli scambi e insiste sul dritto del russo, che da quel lato mostra qualche debolezza, portandolo più volte all’errore. Nel quarto game Medvedev trova i primi ace e riesce a mettere fine all’emorragia di punti subiti, tiene il servizio ed entra in gioco rispondendo a quello del serbo.

Il numero uno del mondo non ottiene punti diretti, gli scambi si fanno duri e prolungati alla fine dei quali è lui a sbagliare per primo cercando di uscirne. Ristabilito l’equilibrio il parziale segue il proprio corso fino alla zampata finale del serbo. Nel dodicesimo game Medvedev non mette in campo prime palle e Nole si avventa e con i piedi ben vicini alla riga di fondo muove il russo da un angolo all’altro fino a piazzare il vincente procurandosi tre set point. Sui primi due non si gioca ma sul terzo si riprende a scambiare e con l’ennesimo errore di dritto Medvedev cede servizio e set.

Nel secondo set Djokovic paga lo sforzo, la prima palla non entra e il russo riesce ad approfittarne piazzando il break in avvio. Dopo aver tirato il fiato però Nole si scatena e si fa subito aggressivo dalla risposta trasformandosi in una macchina da tennis micidiale. Al servizio non concede più niente e controlla il gioco trovando profondità e angoli fino a chiudere il punto. Nole mette a segno quattro game consecutivi, strappa due volte il servizio a Medvedev e domina il set con il terzo break che vale il 6-2.

All’inizio del terzo set l’epilogo appare scontato quando Nole salva una palla break concessa con un doppio fallo piazzando tre gran prime e poi allunga prendendo per la seconda volta il servizio al russo. Non si intravedono più punti deboli del serbo che domina ogni centimetro di campo e il divario tra i due aumenta sempre di più. Medvedev è in totale balia di Nole che fa quello che vuole in ogni zona del campo e chiude il match mettendo a segno un altro break.

AUSTRALIAN OPEN 2021

Finale Maschile – IL TABELLONE
 
[1] N. Djokovic b. [4] D. Medvedev 7-5 6-2 6-2

FINALE FEMMINILE – LA CRONACA DELLA VITTORIA DI OSAKA