WTA Cincinnati 2022: Rybakina e Anisimova avanzano al secondo turno

0
57
Amanda Anisimova
©photo Patrick Boren

WTA Cincinnati – Prima giornata del Western & Southern Open organizzato come da tradizione con la formula del “combined event” e parte inaugurale del programma del Center Court interamente dedicata al circuito WTA.

Nel primo match in calendario la numero 25 del mondo (nonché recente campionessa di Wimbledon) Elena Rybakina ha superato in due set l’egiziana Mayar Sherif. Un match iniziato non nel migliore dei modi quello della kazaka, i cui troppi errori hanno dato fiducia alla numero 58 del ranking. Con coraggio Sherif si è conquistata a rete le prime due palle break dell’incontro con una splendida volée di rovescio, approfittando poi di un gratuito di Lena per strapparle il servizio nel quinto game. La reazione di Rybakina non si è fatta però attendere: sfruttando a dovere un drop shot non perfettamente eseguito da parte della tennista egiziana, Lena si è andata a prendere l’immediato contro break con un vincente giocato, in avanzamento, con buona manualità (3 a 3).

Pur senza innalzare il suo livello di gioco e facendo anzi scuotere (bonariamente) la testa a coach Stefano Vukov, la kazaka ha approfittato del black out occorso a Sherif nell’ottavo gioco, quando l’egiziana si è esibita in tre gratuiti che le sono costati nuovamente la battuta. Presentatasi a servire nel game successivo, nonostante l’iniziale 0-40, Rybakina ha infilato cinque punti consecutivi chiudendo il set sul 6 a 3.

Il terzo gioco della seconda partita è stato quello che ha indirizzato il match, quando la kazaka ha strappato il servizio alla Sherif dopo aver indovinato una gran risposta con il dritto inside out. Dominante nei propri turni in battuta come poche altre nel circuito sono in grado di essere, una Lena sempre più centrata ed ormai definitivamente dentro alla partita non ha concesso all’avversaria alcuna chance di rientrare. L’egiziana ha iniziato a perdere le residue certezze, cedendo nuovamente il servizio nel quinto gioco dopo un bell’affondo di rovescio di Rybakina.

Un doppio break di vantaggio (4 a 1) che ha di fatto chiuso i giochi ben prima del 6-3 6-2 che, dopo 1 ora ed 11 minuti, ha posto fine alle ostilità. Adesso, però, si inizia già a fare sul serio. Ad attendere la kazaka al secondo turno c’è la testa di serie numero 8 Garbine Muguruza: Lena ed il suo team sanno già che per aver ragione della bicampionessa slam, nonché ex numero uno del mondo, sarà necessario mettere in campo una prestazione di ben altra caratura. I precedenti, tutti risalenti allo scorso anno, dicono 1 a 1.

Il secondo match di giornata in programma sul campo centrale ha visto il terzo successo, in altrettanti confronti, di Amanda Anisimova su Daria Kasatkina. Il nastro ha dato in avvio una mano alla venticinquenne numero 10 del mondo determinando il primo break della giostra, quello che ha preceduto le montagne russe. Anisimova ha vinto i successivi quattro giochi (4 a 1), prima di subire il recupero di Dasha (4 a 4). Dopo aver tenuto il servizio nel nono game, Amanda ha approfittato di una seconda della tennista di Togliatti per lasciar partire una risposta devastante (30-40); quindi ha dominato lo scambio successivo chiudendo il set sul 6 a 4 con un meraviglioso vincente scagliato in diagonale con il rovescio.

Non è cambiato il copione della seconda partita, determinata sia nel bene che nel male dalla Anisimova. Kasatkina non è infatti oggi mai riuscita ad estrarre il coniglio dal cilindro, incapace di contrastare con le sue consuete rotazioni e geometrie la potenza esercitata da fondo campo dalla classe 2001 del New Jersey. Alle volte Dasha è stata sommersa, in altre si è tenuta galla, ma è comunque sempre stata in balia dell’alternanza vincenti / gratuiti dell’uragano Amanda. Almeno fino al 4 pari. Nel nono game la numero 23 del mondo ha tenuto il servizio, costringendo la russa a servire per restare nel match in quello successivo. Dopo aver raggiunto i vantaggi con un passante in corsa, Anisimova ha lasciato partire due impressionanti vincenti di dritto inside out che hanno fissato il punteggio sul 6-4 6-4 in 1 ora e 19 minuti. Al secondo turno sarà derby a stelle e strisce, comunque vada il confronto tra Sofia Kenin e Shelby Rogers.

Continua la crisi dell’ex numero 2 del mondo Barbora Krejcikova. Sul campo numero 4, la vincitrice dell’edizione 2021 del Roland Garros, ancora lontana dalla miglior condizione, è stata eliminata da Veronika Kudermetova con un doppio 6-3 in un match senza appello che l’ha vista inseguire la russa dal primo all’ultimo game.

Lo stesso campo numero 4 è stato poi il palcoscenico della vittoria di Alison Riske, che ha prima dominato e poi sofferto il ritorno di Sara Sorribes Tormo riuscendo comunque a chiudere in due set: 6-1 7-6 (2). Per la trentaduenne di Pittsburgh (reduce dagli ottavi di finale raggiunti in Canada) al prossimo turno ci sarà la vincente del confronto tra la connazionale Cori Gauff e la ceca Marie Bouzkova.

WTA CINCINNATI

Primo Turno

E. Rybakina b. M. Sherif 6-3 6-2

A. Anisimova b. D. Kasatkina (9) 6-4 6-4

A. Riske b. S. Sorribes Tormo 6-1 7-6 (2)

V. Kudermetova b. B. Krejcikova 6-3 6-3

TUTTI I RISULTATI