Lemon Bowl 2020: le qualificazioni sono ai titoli di coda. In molti sognano il main draw

0
86
Lemon Bowl 2020 Michail Sellas
Lemon Bowl 2020 - Michail Sellas / ©Foto Biagio Milano

Ultimi scampoli di qualificazioni al Lemon Bowl 2020. I circoli Eschilo 2 e New Penta 2000 (sede centrale del torneo) hanno ospitato le 32 partite in programma nella giornata conclusiva del 2019. Già delineati diversi tabelloni principali: brillano Michail Sellas e Riccardo Ignoto (under 14).

Carlo Oroni: “Lemon Bowl manifestazione senza eguali” – Come ogni anno presente sui campi del New Penta 2000 l’istruttore di secondo grado (e padre di Isabella) Carlo Oroni. “Al Lemon Bowl si respira un’atmosfera magica”, dichiara Oroni. “Su Roma splende un sole meraviglioso e ancora una volta i ragazzi possono trascorrere le vacanze scolastiche dedicando gran parte del tempo al tennis. Vederli completamente immersi in questa situazione dalle prequalificazioni sino all’ultimo atto mi riempie il cuore di gioia; loro si divertono e noi maestri abbiamo la prima occasione per constatare la bontà del lavoro svolto durante la preparazione invernale. A mio parere è una manifestazione che non ha eguali sul nostro territorio e la presenza costante di agonisti da ogni parte d’Italia e del mondo non può che esserne la conferma. Insieme a Silvano Papi e a Carlo Polidori stiamo portando avanti un progetto importante come quello di AB Tennis. Stiamo concentrando i nostri sforzi sull’importanza del lavoro e dell’atteggiamento in campo: nel 2020 abbiamo il desiderio di continuare a girare tanto per il circuito.

I Maugliani Bros in coro: “Che spettacolo il Lemon Bowl” – Bravi, simpatici e con tanta voglia di divertirsi. Kevin (2009) e Daigo Maugliani (2010), fratelli romani con una sfrenata passione per il tennis, hanno lasciato trasparire tutta la loro gioia per le giornate trascorse al loro torneo preferito. “Il Lemon Bowl è fantastico”, racconta Kevin. “Tutti noi diamo il massimo in campo e subito dopo continuiamo a divertirci giocando a pittino. Poter ritrovare tanti amici e conoscerne di nuovi è bellissimo”. Gli fa da eco il fratello Daigo (finalista under 8 nell’edizione 2019): “Sono felicissimo di essere qui anche quest’anno. Le emozioni non finiscono mai con le nostre partite ma proseguono con quelle dei nostri amici. Farci il tifo a vicenda è molto divertente. Dragonet? Mi aiuta sempre a scaldarmi e ad entrare in partita: divertimento assicurato”

Domani, mercoledì primo gennaio, sono in programma 8 incontri (tutti validi per la categoria under 12 maschile) con inizio a partire dalle ore 14.00.