ITF Schio: Bianca Turati tennista vintage

0
262

Al Tc Schio quest’oggi si sono disputati gli incontri validi per gli ottavi di finale degli Internazionali femminili da 15.000 dollari. Volendo trovare una costante a caratterizzare questi match, non si può che constatarne il tendenziale equilibrio, ovvia premessa di match che si sono protratti a lungo.

Così, per esempio, è accaduto nei match delle gemelle Turati, l’uno conclusosi a favore dell’italiana, l’altro no:  Anna, che giocava il primo match sul campo 2, ha dovuto affrontare una delle giocatrici apparse più in forma nel corso della settimana, la testa di serie numero 4 Goncalves;  l’incontro si è caratterizzato per gli scambi lunghi, profondi ed interminabili, l’esito dei quali quasi sempre equamente spartito tra le due; alla fine ci sono volute più di due ore e mezza perché la brasiliana venisse a capo di una coriacea Turati ( 7-5 7-5 il punteggio); Bianca, proveniente dalle qualificazioni come la sorella, è riuscita invece ad estromettere la ex 14 del ranking WTA Daniilidou, fisicamente non al meglio ma pur sempre dotata di mezzi tecnici sopraffini; ci sono volute due ore perché questa partita al mezzo tra lotta libera e fioretto si concludesse: lo score, bugiardo, dice 6-4 6-2, ma chi ha assistito può ben diffidarne, magari rievocando tra sé e sé qualcuna delle numerosissime palle corte calibrate al centimetro, o uno di quegli scambi “d’altri tempi” che hanno visto due meravigliosi rovesci monomani cozzare tra loro.

Prosegue, sia pur con qualche difficoltà, il percorso della testa di serie numero 1 Eleonora Molinaro: la lussemburgese, un po’ come era accaduto al primo turno, ha dominato il primo ed il terzo set, concedendosi nel secondo uno stand-by di cui ha ben approfittato Alice Vicini ( 6-2 4-6 6-1 il risultato finale per una Molinaro che è sembrata non troppo centrata, con qualche gratuito di troppo). Bene, anzi benissimo Nastassja Burnett, quest’oggi ritrovata dopo un primo turno che l’aveva vista faticare e non poco: nulla ha potuto contro il suo timing perfetto la pur combattiva Alice Amendola, costretta a continui ed estenuanti recuperi, quasi sempre conclusisi con un vincente da parte di Burnett.

È stata Federica Prati ad interrompere il percorso della lucky loser Maria Del Rosario Vazquez, giocatrice argentina dalla taglia minima ma dalla pesantezza di palla più che considerevole: la peculiarità dell’incontro ha fatto sì che i set fossero tutti dominati, ma non dalla stessa giocatrice; dopo un inequivocabile 6-2 per Prati, Vazquez ha risposto a tono, capovolgendo a specchio il punteggio, salvo poi soccombere al ritorno perentorio dell’italiana, impostasi 6-1 al terzo.

Altro 6-4 6-2, altra battaglia nell’incontro tra Costanza Traversi e la tedesca Rittberger, con l’italiana che alla fine di un incontro ricco di break e contro-break è riuscita ad imporsi.

Risultati

Eleonora MOLINARO (LUX) [1] b. Alice VICINI (ITA) 6-2 4-6 6-1

Nastassja BURNETT (ITA) [6] b.  Alice AMENDOLA (ITA)  6-1 6-0

Martina SPIGARELLI (ITA) [7] VS Natalie PROESE (GER)

Camille SIREIX (FRA) VS Lucia MARZAL MARTINEZ (ESP) [8]

Paula Cristina GONCALVES (BRA) [4] b. Anna TURATI (ITA)   7-5 7-5

Bianca TURATI (ITA) b. Eleni DANIILIDOU (GRE)     6-4 6-2

Federica PRATI (ITA) b. Maria Del Rosario VAZQUEZ (ARG)  6-2  2-6 6-1

Costanza TRAVERSI (ITA) b. Sabrina RITTBERGER (GER)  6-4 6-2