ATP 500 Rotterdam: Monfils fa il bis

0
82
Atp_250_Montpellier_Gael_Monfils

[3] G. Monfils b. F. Auger Aliassime 6-2 6-4

Non è ancora tempo di rinnovamento: Gael Monfils ha lasciato secco Felix Auger-Aliassime e si è confermato campione a Rotterdam per il secondo anno consecutivo mettendo in bacheca il terzo titolo in un ATP 500, il decimo in carriera e il secondo consecutivo di questa stagione dopo quello conquistato a Montpellier la scorsa settimana. Si prospettava un match incerto e duro ma non lo è stato, troppa la pressione che ha avvertito il diciannovenne canadese a caccia del primo titolo dopo le tre finali perse nel 2019. La vittoria arriverà ma intanto la vecchia guardia ha fatto ancora sentire la sua voce.

Il match si è aperto con due game di studio, pochi scambi che denotavano l’intenzione di Felix di chiudere in breve e quella del francese di tentare di allungarli e il canadese ha subito alternato fasi durante le quali si è espresso da “sparapalle” qualunque ad implacabile esecutore di colpi vincenti. Nel terzo game con tre errori imperdonabili di dritto si è trovato 0-40 e con altrettante giocate imperiose ha annullato le palle break e salvato il servizio ma da quel momento in poi la valanga di errori commessi con il suoi colpi migliore sono stati troppi. Dodici errori di dritto e tre doppi falli (su sedici gratuiti totali) valgono un set abbondante che Monfils si è preso, ringraziando.

Con tanta gioia per il francese si è aperto anche il secondo parziale. Quattro errori consecutivi del canadese, ancora con il dritto, e break in avvio servito su un piatto d’argento. Gael non poteva credere a tanta manna e ha potuto giocare con la massima scioltezza e tranquillità. Bastava far palleggiare il canadese sulle cui spalle pesava una pressione sempre crescente che nel quinto game lo ha affossato del tutto. Sotto 0-40, dopo aver annullato due palle break con due numeri, alla terza Felix ha ceduto per la seconda volta il servizio con l’ennesimo errore di dritto. Sembrava solo una formalità per Gael chiudere il match ma quando ormai non aveva più niente da perdere Felix ha lasciato andare il braccio mettendo a segno il contro break nell’ottavo game e facendosi sotto con un turno di battuta autoritario. Gael però aveva un altra chance per servire per il match e l’ha sfruttata con grande attenzione.