Rolex Paris Masters, Tsonga fuori dai giochi, adesso testa alla Davis. Dimitrov sorpresa al Master?

0
66

Nella foto Jo-Wilfied Tsonga (www.eurosport.fr)

Da Parigi Bercy, Fabrizio Salvi

 

Disastro Tsonga, adesso testa alla finale di Davis. Per alimentare le proprie chance di restare in corsa la parola d’ordine era una sola: vittoria. Non doveva fare altro il tennista di Le Mans, e invece ha finito per intestardirsi nel voler bucare le difese di Julien Benneteau che è stato, dal canto suo, abilissimo a giocare con molte variazioni e a cercare di raffreddare gli scambi.

Più facile a dirsi che a farsi però, per ambire ad un traguardo simile, è necessario superare anche prove come questa e Tsonga ci è caduto in pieno. Dopo il primo set scorso via liscissimo per il numero 14 Atp, il secondo si è di un poco complicato, trascinandosi fino al tie-break. Li è mancata la zampata, quella che sul 4 a 2 lo avrebbe dovuto portare dritto alla vittoria. Niente da fare, il contraccolpo del set perso è stato evidentemente troppo forte e la reazione è totalmente mancata. Benneteau passeggerà per tutto il terzo set che si chiuderà per 6 giochi a 2. Per Tsonga, a breve, ci sarà la finale di Coppa Davis, prima di porre fine alla stagione che gli ha portato comunque quattro titoli.

 

Dimitrov mina vagante. AccorHotel Arena strapiena e match serale di grande interesse quello tra Grigor Dimitrov e il figliol prodigo Richard Gasquet. Incontro difficile, se non improbo, per il transalpino, chiamato a trattare con i guanti il recente finalista di Stoccolma. La partita è stata vibrante, il pubblico partecipe e il risultato, purtroppo per loro, poco soddisfacente. L’ex enfant prodige ha, infatti, perso in due set – finiti entrambi 64 – di fronte ad un signor Dimitrov, il quale non ha concesso nemmeno una palla break in tutta l’ora e ventidue di partita. Prestazione ottima del talento di Haskovo che sarà un cliente scomodo per chiunque se lo troverà di fronte al Master.

 

Derby croato. Ancora una volta avversari, per la seconda volta nel giro di sette giorni e per la quarta volta nel 2017. Cilic e Coric, destini diversi e motivazioni differenti. Il numero 5 del mondo ha già il biglietto in mano per Londra, il giovane è pronto per volare a Milano. Il confronto tra i due parla chiaro, il giovane Borna non è ancora pronto per superare l’ex campione degli Us Open. Anche oggi, come a Basilea, è stata una partita dura e spigolosa e Cilic ne è venuto fuori in due set col punteggio di 6-4 6-3.

 

I RISULTATI:

[W] J. Benneteau b. [11] J. Tsonga 26 76(4)62

[6] G. Dimitrov b. R. Gasquet 64 64

[3]  M. Cilic b. [Q] B. Coric 64 63

[7] D. Goffin b. A. Mannarino 62 26 63