ATP Dubai 2023: Rublev sfida Medvedev per il titolo

0
597
Roland Garros 2022 Andrey Rublev
©photo Patrick Boren

ATP Dubai – Sarà il derby russo tra Daniil Medvedev e Andrey Rublev a decidere il vincitore del Dubai Duty Free Tennis Championships. Medvedev ha interrotto la striscia di venti vittorie consecutive del numero uno del mondo e Andrey Rublev ha sconfitto per la prima volta in carriera Alexander Zverev.

La semifinale più attesa, per molti definita la finale anticipata tra Djokovic e Medvedev ha avuto un avvio strano, addirittura inspiegabile. Djokovic è partito in fiducia e con tre ace e cinque vincenti ha chiuso i primi due turni di battuta a zero. Anche Medvedev è partito forte pur concedendo qualche cosa in più del serbo ma l’equilibrio non era in discussione. Sul due pari Nole ha inaugurato una serie di serve&volley che alla fine gli sono stati fatali. Vedendo il russo posizionato lontano dalla riga di fondo Djokovic si è presentato a rete raccogliendo i primi due punti ma poi Medvedev ha messo a punto la risposta e la tattica del serbo si è rivelata un suicidio con doppio break subito nel sesto e ottavo game. Nole ha accorciato le distanze recuperando un break ma aveva davanti la miglior versione di se stesso ed è stato costretto a cedere il primo parziale. Il russo infatti ha sbagliato pochissimo, ha caricato i suoi colpi facendo correre Nole, mettendolo in condizioni di difesa estrema e ha chiuso 6-4. Nel secondo set Medvedev ha ancora alzato il livello del proprio gioco cogliendo il break in avvio e poi ha messo in campo una grandinata di palle precise, potenti e veloci costringendo Nole a prendersi rischi enormi per controbatterle, commettendo errori. Dominando i propri turni di battuta Medvedev si è assicurato la vittoria in assoluto controllo.

Andrey Rublev e Alexander Zverev sono usciti entrambi vincitori al termine della loro sfida. Rublev difenderà il titolo provando a diventare il terzo giocatore a vincere più volte a Dubai dopo Novak Djokovic e Roger Federer e Zverev si porterà a casa tante sensazioni positive raccolte durante questa settimana e la consapevolezza di essere sulla strada buona per ritrovare il suo miglior tennis.

Rublev ha vinto il sorteggio e scelto di rispondere, cosa che avrebbe preferito fare anche Zverev, visibilmente poco reattivo in avvio. Con una partenza sprint invece il russo ha subito messo pressione in risposta portando più volte il tedesco all’errore in uscita dal servizio che ha ceduto con un doppio fallo sulla terza palla break, costretto a forzare la seconda per non farsi travolgere, al termine di sedici punti giocati ad alta tensione. Dopo due game chiusi a zero da entrambi i battitori, Zverev si è trovato una sola strada davanti: contrastare con una solida difesa l’esplosività dei colpi del russo per impedirgli di prendere in mano gli scambi e poi passare all’attacco. Il piano del tedesco ha funzionato e nel quarto game è riuscito a strappare il servizio al russo che però non si è fatto intimorire, ha messo di nuovo in campo risposte consistenti e, con il dritto forte e preciso, ha messo a segno un altro break nel quinto game. Da quel momento il russo ha governato gli scambi colpendo la palla con la massima velocità in anticipo e, producendo improvvise variazioni di angoli e lunghezze, ha chiuso 6-3 prendendosi ancora il servizio del tedesco nel nono game.

Nel secondo set Zverev ha chiamato all’appello tutte le sue forze, più mentali che fisiche, per contrastare la foga di Rublev che ha continuato a tirare a tutto braccio i suoi colpi senza dare segnali di stanchezza o inquietudine. Entrambi hanno giocato al meglio delle proprie possibilità alzando l’intensità del gioco e la qualità della sfida si è impennata. Procedendo in totale equilibrio i giocatori sono arrivati al tie break dopo un match point annullato da Zverev nel dodicesimo game servendo alla grane. Al momento decisivo la tensione è salita alle stelle e si è visto di tutto. Scambi duri, punti spettacolari, errori dettati dal peso dell’importanza del momento e subito ribaltati da entrambi i giocatori hanno confezionato un set point per il tedesco e altri cinque match point per il russo che alla fine ha meritatamente conquistato la vittoria.

Semifinali:

[3] D. Medvedev b. [1] N. Djokovic 6-4 6-4
[2] A. Rublev b. [7] A. Zverev 6-3 7-6(9)