Wheelchair

Una finale a senso unico, in cui Silviu Culea ha dominato Ivan Tratter. I Campionati italiani assoluti di tennis in carrozzina organizzati dal Tennis Biella nella nuova sede al centro sportivo Alba Marina di Valdengo è così finita in poco più di un’ora e 20 minuti in cui il 45enne di Calcinato, in provincia di Brescia, ha dominato il più giovane rivale, superandolo per 6-2, 6-3.

Seconda titolo assegnato ai Campionati italiani assoluti di tennis in carrozzina organizzati dal Tennis Biella nella nuova sede al centro sportivo Alba Marina di Valdengo. Dopo la vittoria di Alfredo Di Cosmo nel tabellone riservato alla categoria Quad (tennisti in carrozzina con limitazioni anche nell’uso degli arti superiori) è stata la volta di Giulia Capocci. La ventiseienne toscana, che ora vive a Buttigliera d’Asti, a segno per 6-1, 6-2 sulla bergamasca Anna Maria Bertola.

I Campionati italiani assoluti di tennis in carrozzina organizzati dal Tennis Biella nella nuova sede di Valdengo hanno già visto assegnare il primo titolo. Nel tabellone riservato alla categoria Quad (tennisti in carrozzina con limitazioni anche nell’uso degli arti superiori) il milanese Alfredo Di Cosmo (in passato arrivato fino al numero 22 nel ranking mondiale) non ha avuto nessun problema e nel girone ha sconfitto per 6-0, 6-0 sia Gianluca Cosentino, sia Mauro Fasano.

Sono iniziati al centro sportivo Alba Marina i primi incontri dei Campionati italiani assoluti di tennis in carrozzina organizzati dal Tennis Biella nella nuova sede di Valdengo. Agevole l’entrata in tabellone dei primi favoriti della vigilia: così il numero 1 d’Italia Ivan Tratter ha lasciato solo un game a Fabio Zuccalà (6-0, 6-1); mentre la 2 Silviu Culea di giochi ne ha persi due: la sfida con Claudio Santori si è infatti conclusa per 6-1, 6-1.