Serie A1

Di Vezio Trifoni

Inizia con due sconfitte il campionato di serie A1 del Tc Prato. Nel maschile, che giocava in casa, la formazione capitanata dal maestro Antonio Cotugno viene superata 5-1 dal Park Genova. Le donne invece sono state sconfitte 4-0 dal Circolo Stampa Sporting Torino in Piemonte.

La stagione dell'US Tennis Beinasco non poteva avere miglior inizio. Nella massima competizione a squadre femminile le ragazze del circolo piemontese si sono imposte oggi, nella sfida d'esordio del campionato 2018 e tra le mura amiche, alle romane del Tc Parioli, con un netto 4-0.

da Foligno, Adriano Spataffi

Dopo i successi del 2010 e del 2015, il Circolo Canottieri Aniene porta a casa il terzo tricolore della decade. Alla fine il derby romano con il Tc Parioli si chiude al secondo doppio con un 4-2 complessivo.

Il punto decisivo arriva con la sciabola (M.Berrettini) e con il fioretto (Flavio Cipolla), che, dopo aver perso il primo set per un unico passaggio a vuoto, hanno ingranato dominando sostanzialmente il resto dell'incontro.

Dal trio Bolelli-Cipolla-M.Berrettini, era facile ipotizzare che la coppia che ne sarebbe uscita sarebbe stata difficilissima da affrontare per Parioli, quando poi i sorteggi hanno abbinato questa coppia a quella pariolina senza Zekic la bilancia del pronostico si è ancora più inclinata verso Aniene. Per Fago e Bessire sarebbero serviti un match di altissimo rendimento nei primi due colpi dello scambio e qualche incertezza degli avversari.

da Foligno, Adriano Spataffi

Il Tc Parioli non demorde e fa suo il primo doppio portandosi sul 2-3 e lasciando così in vita le speranze scudetto.

Il duo Cobolli-Santopadre decide di affiancare Simone Bolelli al più giovane della compagine, Jacopo Berrettini, mentre Parioli risponde con Zekic-Moroni.

da Foligno, Adriano Spataffi

Simone Bolelli non tradisce e porta a casa uno dei punti che alla vigilia erano effettivamente dati appannaggio del Cc Aniene.

Il tennista bolognese non può ancora esprimere il meglio di sé, ma riesce comunque ad alzare il ritmo quando e quanto basta per salire sopra di livello a Matteo Fago.

da Foligno, Adriano Spataffi

Flavio Cipolla batte Gian Marco Moroni e porta il Circolo Canottieri Aniene di nuovo in vantaggio prima dell'ultimo singolare.

Due break iniziali in ogni set sono sufficienti per incanalare la partita a favore dell'esperto romano classe '83, che con il suo tennis fantasioso fatto di slice di rovescio e volé da incorniciare, riesce a togliere rifermenti al portacolori di Parioli, di quindici anni più giovane, non a suo perfetto agio in una superficie così rapida.

foto Costantini

Da Foligno, Fabrizio Salvi

 

Secondo giorno di finali della Serie A1 al Palapaternesi di Foligno e tempo di primi verdetti. A vincere il titolo di campione d’Italia femminile è stato il Tc Prato, laureatosi campione per la terza volta consecutiva. Il doppio formato da Camerin e Stefanini – quest’ultima non al meglio fisicamente – ha battuto la coppia Balducci/Scala al match tie-break, dominato.

Termina 1-1 la prima giornata della finale scudetto femminile al Palapaternesi di Foligno tra Tc Prato e Ca Faenza. Ora sarà Maria Elena Camerin a scendere in campo, alle 11, contro Camilla Scala, per cercare di portare in vantaggio la formazione biancoazzurra e a seguire ci sarà il doppio.

Il Tc Prato femminile espugna il Tc Parioli Roma 3-2 e vola alla finale scudetto, che si disputerà a Foligno dall'8 al 10 dicembre contro il Ca Faenza. La formazione pratese supera quella romana al doppio di spareggio e si qualifica per la sfida che assegna il titolo italiano a squadre.

Dura lo spazio di due incontri la speranza del Tennis Club Pistoia, impegnato in casa del Tennis Club Crema nel match di ritorno dei play-out del Campionato di Serie A maschile: sapevamo che per ribaltare il risultato dell’andata, un 5-1 maturato in Toscana totalmente a favore dei lombardi, serviva un autentico miracolo sportivo, e ciò non è avvenuto.

Le speranze del Tc Sinalunga nella decisiva trasferta di Palermo durano lo spazio di tre singolari, e poi svaniscono: i tre successi dei siciliani decidono immediatamente la sfida e condannano la compagine chianina alla retrocessione nel campionato di Serie A2 per il 2018.