Extra

di Daniele Rossi

La seconda edizione della Laver Cup è stato un altro successo, paragonabile se non addirittura maggiore a quello dello scorso anno di Praga.

di Daniele Rossi

Si presenta in tuta, con qualche capello grigio e il volto sereno. Nella sala interviste principale del Billie Jean King Tennis Center di New York, Francesca Schiavone annuncia il suo ritiro ufficiale all'eta di 38 anni.

Di Daniele Rossi

4° e ULTIMA PARTE

IL CIO E LA WADA
In merito alla questione, Rino Tommasi soleva dire due cose: il doping dà 6-0 6-0 all’antidoping e che la gente si dopa anche per vincere il torneo condominiale. Come dire che anelare allo sport pulito e scevro di ogni sotterfugio sarebbe ingenuo e retorico.

Di Daniele Rossi

3° PARTE

I contorni di questa vicenda sono ancora molto sfumati e riuscire a stabilire la verità è ancora molto difficile, anche a distanza di anni.

Di Daniele Rossi

2° PARTE

Mamma Usa si è preoccupata anche di far tacere la risposta arrivata da Mosca: Fancy Bears.

 

Di Daniele Rossi

1° PARTE

INTRODUZIONE
Qualche mese fa ebbi modo di fare una lunga e piacevole chiacchierata con una persona che lavorava presso l'Atp e che, in virtù del suo ruolo, viveva quasi quotidianamente a stretto contatto con i tennisti più forti del mondo. Gli chiesi senza mezzi termini se il doping fosse in qualche modo presente a questi livelli e lui mi giurò che non c'era neanche la minima possibilità che questi giocatori potessero fare uso di sostanze proibite.

Di Alessandro Terziani

 

Spalanco improvvisamente gli occhi. Nel buio cerco a tentoni il cellulare. Sono solamente le 5,50 del mattino nella mia stanza di 4 mq sulla 44th Street a pochi passi dalla 9th Avenue, quartiere di Hell’s Kitchen a cinque minuti da Times Square. Venerdì 11 settembre, ricorrenza tragica per i cittadini di Manhattan che oggi celebrano il Patriot Day in ricordo dell’attacco terroristico di quattordici anni fa, ma giornata storica per il tennis italiano, con Flavia Pennetta e Roberta Vinci impegnate nelle semifinali degli Us Open. Dopo il rinvio per la pioggia del giorno precedente, l’attesa è diventata spasmodica. L’adrenalina già alle stelle, neanche dovessi andare io in campo. Decido di andare a prendere la prima navetta, quella delle 7,30 sulla Lexington Avenue, che trasporta gli addetti ai lavori direttamente al Billie Jean King USTA Center di Flushing Meadows, la casa degli Us Open.

Redazione

 

Andrea Torelli è un ex compagno di scuola di Federico Luzzi, il tennista aretino scomparso nel 2008 all'età di 28 anni, e ha pensato ad un gesto veramente bello che ha come scopo la beneficienza.

Pubblichiamo un racconto inedito dello scrittore procidano Giuseppe Pugliese. La storia, un pò malinconica, di un nonno e un campo da tennis abbandonato.

Di Paolo Rossi

Terzo set della finale di Indian Wells. Punteggio 5-4 Federer e servizio per chiudere il match. Il game è appassionante e diventerà la chiave di volta del confronto. Roger batte un'ottima prima palla dentro. La risposta di Del Potro finisce out: 15-0. Nel punto successivo però Roger fa doppio fallo: 15 pari. Poi va avanti 30-15, grazie ad un lungo linea di Delpo largo, e poi con un ace si porta sul 40-15. Manca un 15 per andare a festeggiare l'ennesimo titolo di una carriera da super man.

Di Daniele Rossi

Ne avevamo dato notizia qui, ma riassumiamo brevemente per i più distratti: durante il primo turno del torneo Atp di New York di settimana scorsa, è scoppiato un alterco tra Ryan Harrison e Donald Young. A fine match, Harrison è stato accusato da Young e dalla sua fidanzata di aver pronunciato una frase pseudorazzista (‘Questo è quello che fate voi neri’). Harrison ha subito negato ogni accusa, invitando chiunque ne avesse la possibilità di chiarire l’accaduto. Fin da subito infatti la versione del giocatore di colore faceva acqua da tutte le parti, visto che non era sostenuta da nessuna prova, se non dalle parole della fidanzata, che non sono state confermate da nessuno dei presenti.