Alla scoperta di...

E’ il tennista toscano maggiormente accreditato nella quinta edizione del Torneo Future ITF “Città di Pontedera”  Trofeo Devitalia (25.000 $ più ospitalità). Davide Galoppini, testa di serie numero 6 del tabellone di singolare, ha effettuato nell’ultima stagione un importante salto di qualità, issandosi tra i primi 600 giocatori della classifica mondiale, e ha dimostrato di non temere l’etichetta di profeta in patria, essendo già giunto in semifinale a Pontedera nel 2016.

Marco Cecchinato

Da Umago, Fabrizio Salvi

 

Marco Cecchinato è un po’ il nome nuovo dello sport italiano. Chi segue tennis non ha bisogno di leggere introduzioni particolari, chi non lo conosce basta che si sintonizzi su Youtube e riguardi le gesta compiute in questo magnifico Roland Garros, quando ha raggiunto la semifinale a quarant’anni dall’ultimo italiano che c’era riuscito. Ha messo in fila tutti, ha scalfito le certezze granitiche di David Goffin e infranto i sogni di Novak Djokovic, un ex numero uno che poco dopo avrebbe vinto Wimbledon. Nuove certezze, nuova serenità e nuova vita. 

Di Roberto Ramazzotti

Intervistiamo oggi Fabrizio Ornago, n.423 ATP con un best ranking al n.389. Ventisei anni, lombardo, si è laureato in fisioterapia con una tesi sperimentale sulla sclerosi multipla. Da due anni, terminati gli studi universitari, ha intrapreso in modo deciso la strada del professionismo.

Di Adamo Recchia

Abbiamo scambiato quattro simpatiche chiacchiere con il collega e amico napoletano Antonio Garofalo, al rientro dal Roland Garros dove ha seguito lo Slam parigino per il sito Ubitennis.

Da Parigi, Alessandro Terziani

Incontriamo Daniele Bracciali, classe 1978, alla vigilia del primo turno di doppio al Roland Garros che lo vedrà impegnato, in coppia con Andreas Seppi, contro i tedeschi Marterer/Petzschner. Un ritorno in un torneo dello Slam a distanza di oltre tre anni dall’ultimo (Australian Open 2015) dopo il lungo stop per le note vicende giudiziarie che, alla fine, hanno visto il giocatore aretino assolto.

Di Adamo Recchia

Abbiamo scambiato qualche parola con il ventiquattrenne Francesco Bessire, attualmente n.1201 del ranking Atp. La sua giornata tipo la trascorre al TC Parioli, dove la mattina si allena e la sera lavora nella Scuola Tennis. Ma il sogno di Francesco è ancora quello di diventare un giocatore professionista.  

Di Vezio Trifoni

Incontriamo il sedicenne Lorenzo Musetti, felicissimo, al termine della vittoriosa finale della 43^ edizione del Torneo Internazionale Under 18 "Città di Firenze".

Lorenzo, sei di Carrara, ma dove ti alleni e con chi?

Mi alleno a La Spezia. Sono stato inserito in un progetto con la Federazione grazie a Filippo Volandri. Il mio maestro da sempre è Simone Tartarini con cui mi alleno tre volte a settimana al Ct Spezia e tre volte a Tirrenia.

Di Adamo Recchia

Alessandro Bertoldero è il coach della quindicenne trentina Melania Delai, uno dei migliori prospetti del panorama nazionale. Da pallavolista di A2 a maestro di tennis, Alessandro ci parla del suo percorso professionale e della sua allieva.

Marco Rossani è Head stringer agli Internazionali Bnl d’Italia e incordatore ufficiale a Wimbledon. Gestisce a Milano, insieme alla moglie, il DNA Tennis – Shop & Lab.

Di Fabrizio Salvi

Ognuno ha i suoi sogni e, tutto sommato, costa anche relativamente poco per noi adulti. Ne abbiamo uno e poi, dopo qualche settimana, magari ci passa e si insedia nella testa un nuovo stimolo. Se sognare è lecito per i grandi, allora lo è ancor di più per i piccoli che devono costruirsi tutto quello che saranno un domani a partire da oggi.

Di Adamo Recchia

Abbiamo incontrato Martina Colmegna, recente vincitrice del torneo ITF di Bergamo. Per la ventunenne lombarda è stata la terza affermazione in un torneo ITF che l’ha portata al n.460 della classifica WTA, suo best ranking.  Martina ha le idee chiare, entro fine anno vuole entrare nelle prime 300 del mondo.