CHALLENGER PERUGIA: MARATONA VINCENTE DI GIANNESSI. “BUONE SENSAZIONI, CON CIPOLLA LAVORO DURAMENTE”

CARUSO E LORENZI VANNO A SCUOLA DI CUCINA

Esordio con il brivido per Alessandro Giannessi agli Internazionali di Tennis Città di Perugia | Sidernestor Tennis Cup, il terzo Challenger del 2019 targato MEF Tennis Events. Lo spezzino classe ’90, che essendo testa di serie numero 8 ha beneficiato del “bye” al primo turno, si è imposto sul grintoso spagnolo Mario Vilella Martinez con il punteggio di 6-7 6-2 6-3 in quasi 3 ore di gioco. Una battaglia dall’altissima intensità, conclusa con l’iberico in preda ai crampi.

Giannessi: “Ho lottato e sono contento della vittoria” – Al termine dell’incontro la soddisfazione di Giannessi: “È stato un match molto, molto difficile. Sono arrivato a Perugia lunedì dopo aver giocato la Bundesliga, non è stato facile ‘entrare’ subito in una partita di livello così alto. Secondo e terzo set ho avvertito buone sensazioni in campo, ho lottato e sono contento di essere riuscito a vincere”. Poi la riflessione sul rapporto con coach Flavio Cipolla: “Stiamo lavorando duramente su tanti aspetti del mio tennis. So di dover migliorare diverse cose e quotidianamente ci impegniamo per farlo”.

Quinzi e Zeppieri non deludono – Buona la prima per Gianluigi Quinzi, che ha eliminato Roberto Marcora, finalista del Challenger di Recanti la scorsa settimana, con il punteggio di 6-7 6-3 6-3: “Vengo da un periodo complicato in cui ho vinto poco. Questo successo è una liberazione per me. Ho capito che in questo sport non bisogna mollare mai: ogni settimana abbiamo la possibilità di riscattare momenti bui. Ora non devo pensare ai risultati e alla classifica, ma restare concentrato per allenarmi ogni giorno al meglio e combattere match dopo match”. Avanti anche Giulio Zeppieri, giustiziere del portoghese Goncalo Oliveira per 7-6 7-6: “È stata una bellissima partita. Complimenti al mio avversario, non ci siamo mai strappati il servizio e abbiamo dato spettacolo. Sto cercando di alzare il mio livello per essere ancora più competitivo”.

 

Caruso: “Mi sento più maturo” – In tutto ciò il martedì del Challenger di Perugia si è aperto con la lezione di cucina del Ristorante Il Vizio alla quale sono stati sottoposti Salvatore Caruso, Paolo Lorenzi e il colombiano Daniel Galan al Best Western Hotel Quattrotorri. Gli atleti hanno preparato delle deliziose tagliatella al tartufo sotto la supervisione dello chef Marco Gargaglia, tra risate e concentrazione ai fornelli. “Ci siamo divertiti molto – il commento di ‘Salvo’ al termine della prova –. Lo chef ci ha insegnato qualche trucchetto del mestiere, è stato gentilissimo. Passando al tennis, dopo il Roland Garros e Wimbledon delle scorse settimane mi sento più maturo come uomo e come giocatore. Sono più sereno sia dentro sia fuori dal campo e ciò si riflette sulle mie prestazioni”. In conclusione le parole di Lorenzi: “Ho ancora tanta voglia di ottenere buoni risultati nel circuito, e per farlo ho bisogno di ritrovare il mio miglior tennis. Rispetto a inizio stagione mi sento meglio, sono molto motivato e lavoro per tornare al top. Poi chissà se un giorno, visti i risultati ai fornelli, potrei aprire un ristorante…”.

 

I RISULTATI DI MARTEDÌ 9 LUGLIO

 

Secondo turno

 

Emilio Gomez d. Andrea Pellegrino 6-3 7-5

Federico Coria d. Rogerio Dutra Silva 6-4 4-2 ret.

Alessandro Giannessi d. Mario Vilella Martinez 6-7 6-2 6-3

Guillermo Garcia-Lopez d. Aldin Setkic w/o

Roberto Quiroz d. Filippo Baldi 6-4 ret.

 

Primo turno

 

Pedja Krstin d. Andrea Arnaboldi 6-4 3-6 6-3

Jose Hernandez-Fernandez d. Mohamed Safwat 6-3 7-6

Oriol Roca Batalla d. Luca Vanni 7-6 6-2

Guilherme Clezar d. Pavel Kotov 6-3 3-6 6-3

Giulio Zeppieri d. Goncalo Oliveira 7-6 7-6

Gianluigi Quinzi d. Roberto Marcora 6-7 6-3 6-3

 

Per scaricare il video su Caruso, Lorenzi e Galan a lezione di cucina CLICCA QUI

Shares