Wimbledon day 7: Fab3 über alles, Pella unica sorpresa rimonta Raonic

Il Manic Monday sancisce – qualora ce ne fosse ancora bisogno – il dominio assoluto dei Fab3, che forniscono prestazioni devastanti per gli avversari e approdano di gran carriera ai quarti.

Nel primo match sul Centre Court, Rafael Nadal lascia le briciole a Joao Sousa. Due break per set ( e sarebbero potuti essere anche di più) e maiorchino che irrompe nei quarti – e oltre – da grandissimo favorito. L’espressione degli occupanti del box lusitano durante l’ora e tre quarti di incontro erano tra il preoccupato e lo scoraggiato. Probabilmente Sousa la pensava nello stesso modo in campo. Nadal non ha neppure avuto bisogno di forzare al servizio (solo 57% di prime) ma ha avuto un rendimento costantemente alto durante il match – 86% di punti sulle prime, 69% sulle seconde, 84% di realizzazione a rete e quasi il doppio dei vincenti dell’avversario.

Nel match Bautista Agut-Paire erano in molti a sperare in un guizzo del francese, che invece è andato a sbattere contro il solido muro dello spagnolo. Il risultato di oggi assicura a Bautista Agut il rientro in top20, eguaglia il miglior risultato Slam (quarti a Melbourne quest’anno) e gli fa migliorare la sua performance a Wimbledon. Un buon viatico in vista del quarto “umano” di mercoledì contro Guido Pella.

Nell’intrigante incontro sul campo 3, il fiorettista David Goffin ha avuto ragione dello sciabolatore Fernando Verdasco in 4 set e poco meno di 3 ore di gioco. Il match si è giocato sul filo del rasoio: Goffin è stato bravo a incamerare il primo parziale al termine di un lungo ed avvincente tie break, ha subìto il ritorno dell’avversario concedendogli facilmente il secondo set ma ricaricandosi mentalmente e fisicamente. Complici i tanti gratuiti dello spagnolo, Goffin ha capitalizzato l’unica palla break nel terzo set e ha dominato nel quarto più di quanto il punteggio lasci intendere, sprecando ben 6 delle 7 palle break avute. Punteggio finale 7-6 2-6 6-3 6-4 e primi quarti a Wimbledon per Goffin. Chissà che il belga non azzecchi la partita contro Djokovic per arrivare per la prima volta in una semifinale Slam.

Avevamo puntato sull’esperienza dello “zio Sam” Querrey, e così è stato sul campo 12, dove Tennys Sandgren ha ceduto al termine di 4 set combattutissimi di cui tre finiti al tie break. Alla soglia delle 32 primavere, il ragazzone di San Francisco rientra in top40 e lancia il guanto di sfida a Rafa Nadal in un quarto di finale muscoloso.

Secondo Fab3 della giornata e discorso invariato per Novak Djokovic, che si sbarazza del NextGen transalpino Ugo Humbert in 3 set per 6-3 6-2 6-3 in totale controllo. Troppo debole il banco di prova del 21enne di Metz, incapace di opporre resistenza al campione serbo, giocando 1h e 42’ senza vedere neppure una palla break.

Purtroppo stesso, anzi peggior trattamento riserva Roger Federer al nostro Matteo Berrettini, infliggendogli una pesantissima lezione sul Centrale a fine giornata. Il punteggio di 6-1 6-2 6-2 in 1h14′ narra di un match mai giocato, in cui il nostro tennista non è riuscito a entrare in partita né godersi la sua prima sul Centrale. Evidente stato confusionale a inizio terzo set, dato dallo scoramento e dalla incapacità di opporsi a un Federer ancora più cinico e risoluto del solito, danzante come una libellula e pungente come un calabrone.

A fine giornata, Kukushkin impegna per la prima ora di gioco Nishikori vincendo il secondo parziale ma capitolando in 4 set, mentre la vera sorpresa di un Manic Monday quasi scontato viene in extremis dal campo 3, dove Guido Pella batte in rimonta Milos Raonic da due set sotto e porta a casa un altro scalpo eccellente dopo quello di Kevin Anderson, finalista 2018. A questo punto nulla è precluso all’argentino, che giocherà contro Bautista Agut un quarto di finale aperto, sognando entrambi la prima semifinale Slam della carriera e un posto umano tra i semi-dei.

RISULTATI OTTAVI UOMINI
[1] N. Djokovic b. U. Humbert 6-3 6-2 6-3
[21] D. Goffin b. F. Verdasco 7-6(9) 2-6 6-3 6-4
[26] G. Pella b. [15] M. Raonic 3-6 4-6 6-3 7-6(3) 8-6
[23] R. Bautista Agut b. [28] B. Paire 6-3 7-5 6-2
S. Querrey b. T. Sandgren 6-4 6-7(7) 7-6(3) 7-6(5)
[3] R. Nadal b. J. Sousa 6-2 6-2 6-2
[8] K. Nishikori b. M. Kukushkin 6-3 3-6 6-3 6-4
[2] R. Federer b. [17] M. Berrettini 6-1 6-2 6-2

Quarti di finale – mercoledì 10 luglio
[1] N. Djokovic – [21] D. Goffin
[26] G. Pella – [23] R. Bautista Agut
S. Querrey – [3] R. Nadal
[8] K. Nishikori – [2] R. Federer

Shares