Wta Indian Wells, day 12: Andreescu, la favola continua, in finale a 18 anni contro la Kerber

di Daniele Rossi

Sembrava essersi sopita da tempo l’epoca delle baby bambine prodigio, ragazze capaci di scalare i vertici del tennis mondiale da poco più che adolescenti, con ancora l’apparecchio ai denti e senza avere l’età per guidare un’auto o ordinarsi un cocktail al bar; ci sta pensando Bianca Vanessa Andreescu a rinvigorire questa tradizione e a portarci indietro nel tempo. Bianca è nata in Canada da genitori rumeni nel 2000, anno in cui il ranking Wta era dominato da Martina Hingis, che all’epoca aveva 20 anni e già cinque tornei dello Slam in tasca. La Andreescu ricorda per certi versi proprio la campionessa svizzera, non tanto nei fondamentali, ma quanto per un bagaglio tecnico completo che le permette di variare il gioco e confondere le acque ad avversarie sempre più standardizzate e disabituate ad affrontare palle diverse.

Nella semifinale di oggi, la canadese ha sofferto solo inizialmente l’emozione di una partita di questo livello perdendo i primi tre giochi da Elina Svitolina. Poi ha iniziato a giocare e ha infilato sei game consecutivi stordendo l’ucraina tra accelerazioni, perfidi slice e millimetriche palle corte. L’ucraina ha reagito facendo suo il secondo set e nel terzo è stata pura lotta punto a punto con il servizio a fare solo da contorno. Lo strappo decisivo per la Andreescu arrivava sul 3-3 ed era un vantaggio che riusciva a portare sino in fondo, nonostante la Svitolina si procurasse sei palle break nei due successivi turni di risposta. Per la 18enne dell’Ontario (entrata in tabellone per altro con una wild-card) si tratta della seconda finale in carriera a livello maggiore, dopo quella persa ad inizio anno con Julia Goerges ad Auckland.

Nessuna sorpresa invece nel secondo match di giornata, in cui Angelique Kerber ha liquidato per 6-4 6-2 una ritrovata Belinda Bencic. Si sa che la tedesca quando è in forma è un rullo compressore e oggi non ha lasciato spazio alle velleità della svizzera, incappata in una pessima giornata al servizio: 42% di punti vinti con la prima, il 22% con la seconda e quattro break subiti su altrettanti turni di battuta nel secondo set. Prima finale in carriera a Indian Wells per Angelique, dopo le due semifinali perse nel biennio 2012-2013 e anche la prima in un Premier Mandatory, dato incredibile per una giocatrice capace di vincere tre Slam e di issarsi sul trono della Wta.

SEMIFINALI DONNE

[WC] B. Andreescu b. [13] E. Svitolina 6-3 2-6 6-4

[8] A. Kerber b. [23] B. Bencic 6-4 6-2