ITF Bagnatica: dalle quali spunta Lisa Vallone

Ci sono volute oltre sette ore e altrettanti incontri, ma nella seconda giornata del Trofeo Cpz di Bagnatica almeno una sorpresa è arrivata. L’ha firmata Lisa Vallone, 24enne abruzzese dalle gambe veloci, che con una prova tutta tenacia e carattere ha strappato la qualificazione per il tabellone principale dalle mani della favoritissima Alice Balducci.

Per la marchigiana, seconda testa di serie del tabellone cadetto, si prospettava un match di regolare amministrazione, in virtù di un palmarès che conta otto titoli Itf e un best ranking vicino alla posizione numero 300. E pure di un precedente di un paio di settimane fa in un torneo nazionale, vinto senza difficoltà. Invece, dopo una battaglia di 2 ore e 34 minuti, la terra rossa del campo Centrale ha dato ragione per 6-2 4-6 6-4 alla giocatrice di Chieti, priva di ranking Wta e alle prime esperienze a livello internazionale, nonostante i 24 anni compiuti a maggio. Il motivo è presto detto: fino a marzo aveva giocato solo quattro tornei Itf in carriera, dedicandosi all’attività nazionale, poi dopo essere passata sotto la guida di coach Paolo Galli ha cambiato rotta, e i risultati le stanno dando ragione. La scorsa settimana a Sezze (Latina) ha conquistato il suo primo punto Wta, e nemmeno sette giorni dopo ne ha aggiunti altri due, regalandosi la prima qualificazione per un torneo da 25 mila dollari di montepremi. Un risultato che pareva in cassaforte sul 6-2 4-2, poi sembrava pronto a sfumare quando la rivale le ha strappato il secondo set con quattro game di fila, e invece è diventato realtà al terzo, risolto con un break sul 4-4. “Come ci sono riuscita? Anche nei momenti difficili – spiega – sono stata sempre positiva, continuando a crederci. Ho iniziato da poco a giocare i tornei internazionali, e riuscire a essere subito competitiva a questi livelli è un ottimo stimolo. Ogni match vinto mi aiuta ad accumulare sicurezze: e dal futuro mi aspetto sempre meglio”.

 

In attesa del duello serale fra Alberta Brianti e la russa Ulyana Ayzaltulina, che chiuderà le qualificazioni, quello della Vallone è stato l’unico sorriso azzurro in una giornata particolarmente avara per l’Italia. In apertura di giornata era arrivato il k.o. di Sara Gambogi contro la francese Jade Suvrijn, a segno per 6-1 6-1, seguito dalla sconfitta di Camilla Diez contro la greca Eleni Kordolaimi, prima testa di serie delle “quali”. L’azzurra aveva tenuto testa alla grande per quasi tutto il primo set, ma la rivale ha fatto la differenza nei momenti caldi, e dal 5-5 ha finito col vincere otto giochi di fila. Main draw raggiunto anche per la slovena Pislak, la spagnola Carrillo Marin, la svizzera Sabino e l’argentina Paula Ormaechea, ex numero 59 del mondo. La sudamericana ha lasciato appena due giochi alla milanese Chiara Bordo, e sarà da tenere d’occhio anche in ottica successo finale. Lunedì al Tennis Club Bagnatica scatta il tabellone principale, con i primi incontri di singolare e doppio. Ad aprire il programma, alla 12, il derby Colmegna-Matteucci. In serata, non prima delle 21, l’esordio di Deborah Chiesa contro la britannica Carreras. L’ingresso ai campi di via Portico sarà gratuito per l’intera durata della manifestazione. Più informazioni sul sito www.itfbagnatica.it.

 

RISULTATI

Qualificazioni. Turno decisivo: Suvrijn (Fra) b. Gambogi (Ita) 6-1 6-1, Pislak (Slo) b. Orlova (Rus) 6-2 6-4, Kordolaimi (Gre) b. Diez (Ita) 7-5 6-0, Carrillo Marin (Esp) b. Abou Zekry (EGY) 7-5 2-6 6-1, Sabino (Sui) b. Xibilia (Ita) 6-3 6-0, Vallone (Ita) b. Balducci (Ita) 6-2 4-6 6-4, Ormaechea (Arg) b. Bordo (Ita) 6-0 6-2. Da concludere: Brianti (Ita) vs Ayzatulina (Rus).

Shares