Challenger/ITF: Tris azzurro con Virgili, Ferrando e Rubini

di Fabio Bagatella

 

Tre titoli azzurri (ITF) in settimana: Stefania Rubini a Schio, Cristiana Ferrando in Canada ed Adelchi Virgili in Francia. A Pontedera Andrea Basso finalista in singolare e vincente in doppio con Trusendi. Semifinali per Matteo Viola nel Challenger di Cortina e per Camilla Rosatello nel ricco ITF di Praga. Sigilli di coppia anche per Cristian Carli con Mirko Cutuli, Federica Di Sarra e Giorgia Marchetti.

 

Continua il momento d’oro di Stefania Rubini, protagonista azzurra assoluta del luglio 2017 ITF. Dopo il sigillo di Sassuolo e la finale di Imola, l’emiliana (462/4) ha dominato a Schio ($15.000/terra), cedendo solo un set (tie-break) in finale (6-7 6-3 6-4) ad Anastasia Grymalska (463/5). Per la ventiquattrenne emiliana c’è il 3° titolo e il best ranking (359). I sigilli della ventisettenne di origini ucraine restano 16.

 

Le vittorie di Rubini: 6-1 6-2 sulla russa Natalia Orlova (921), (6-2 6-3) sulla slovena Manca Pislak (627), (6-1 6-3) su Beatrice Torelli (666) e (6-1 6-2) su Federica Di Sarra (1168/qualificata) in semifinale.

 

Le vittorie di Grymalska: (6-3 7-5) a Francesca Bullani (1139/qualificata), (7-5 6-4) su Lucia Bronzetti (718), (2-6 6-1 6-4) su Monica Cappelletti (senza ranking/wild card) e (6-2 6-1) sulla croata Ana Biskic (961/qualificata) in semifinale.

 

Le vittorie della semifinalista Di Sarra: (6-1 7-5) sulla croata Ena Kajevic (senza ranking/qualificata), (6-4 7-5) sulla svizzera Lisa Sabino (557/6) e (6-1 6-3) sulla brasiliana Paula Cristina Gonclaves (308/2) nei quarti di finale. 

 

Per la quartofinalista diciottenne Monica Cappelletti sono arrivate le prime vittorie ITF: (6-2 3-6 7-6) su Anna Turati (1047/qualificata) e (2-6 6-2 6-3) sulla svizzera Susan Bandecchi (924). L’altra quartofinalista Torelli ha sconfitto (7-5 6-3 e 6-2 6-3) Verena Hofer (769) e Martina Spigarelli (676). 

 

Con le citate Bullani, Hofer e Anna Turati, eliminate al primo turno: Martina Biagianti (senza ranking/wild card) ko (4-6 2-6) contro l’argentina Carla Lucero (901), Chiara Giaquinta (senza ranking/wild card) ko (0-6 3-6) contro Bronzetti, Maria Masini (949) ko (2-6 4-6) contro la giapponese Rio Kitagawa (977/lucky loser), Veronica Napolitano (956) ko (6-7 0-6) contro Goncalves, Natasha Piludu (876) ko (3-6 3-6) contro la slovacca Jana Jablonovska (1042/qualificata), Camilla Scala (2/426) ko (7-6 1-5 rit.) contro Bandecchi e Bianca Turati (567/7) ko (6-7 4-6) contro Spigarelli.

 

Nel doppio titolo a Di Sarra/Sabino. Per la ventisettenne laziale è il 10° titolo di coppia, il secondo dell’anno dopo Tarvisio. Finaliste Grymalska/Masini. Semifinaliste Bullani/Napolitano.

 

Dalla terra battuta al cemento nordamericano per gli altri due sigilli azzurri della settimana: Cristiana Ferrando a Granby ($60.000/cemento/Canada) e Adelchi Virgili a Troyes ($25.000/cemento/Francia F17). Per la ventunenne ligure c’è il 4° titolo (2° dell’anno) e il best ranking (268), per il ventisettenne toscano è il 2°.

 

Le vittorie di Ferrando (354): (7-6 6-3) sulla canadese Carson Branstine (senza ranking/wild card), (6-2 6-4) sulla francese Chloe Paquet (208/3), (6-2 7-5) sull’ex top 100 (98/2015) belga An-Sophie Mestach (294), (6-4 2-3 rit.) sulla ceca Marie Bouzkova (182/2) e (6-2 6-3) in finale sull’altra canadese Katherine Sebov (289).   

 

Le vittorie di Virgili (553/7), tutte contro francesi: (7-6 6-3) su Constant De la Bassetiere (1217/wild card), (6-3 3-6 6-3) su Louis Tessa (836), (6-3 6-4) su Grgoire Jacq (424/3) e (7-5 6-7 6-3) su Jules Okala (477/6) e (2-6 6-4 6-3) in finale su Antoine Hoang (433/4).

 

Dal veloce straniero ancora al mattone tritato italiano, per la doppietta sfiorata da Andrea Basso (509) a Pontedera  ($25.000+H/terra/F23): nel singolare il ko in finale (4-6 4-6) contro l’indiano Sumit Nagal (306/2), nel doppio il successo in tandem con Walter Trusendi. Per il ventitreenne veneto i titoli in singolare restano 3,  mentre quelli di doppio salgono a 9 (2 nel 2017). Per il trentaduenne toscano i sigilli di coppia (ITF) sono 31 (2 nel 2017). Finalisti Omar Giacalone/Jacopo Stefanini. Semifinalisti Enrico Dalla Valle/Giovanni Oradini e  Federico Maccari/Antonio Massara.

 

Le vittorie di Basso: (6-2 6-3) sul brasiliano Thiago Seyboth Wild (1506/wild card), (7-6 6-0) su Omar Giacalone (522), (7-6 1-6 6-4) su Andrea Pellegrino (508/wild card) e (6-3 6-3) sullo statunitense Jay Clarke (329/3) in semifinale.

 

Con Pellegrino (6-2 6-1 e 7-6 1-6 6-4) sul sanmarinese Marco De Rossi (senza ranking/qualificato) e sull’argentino Federico Coria (273/1), quarti di finale anche per Simone Roncalli (1204/qualificato) e Riccardo Bonadio (455/8): il primo ha battuto (6-2 3-6 6-2 e 7-5 6-4) Enrico Dalla Valle (1099) e Jacopo Stefanini (615) prima della sconfitta (4-6 1-6) contro Clarke, il secondo ha superato (6-0 6-4 e 6-2 6-3) Giovanni Rizzuti (1156) e Corrado Summaria (1033) prima del ritiro (1-3) contro lo svedese Christian Lindell (370/4).

 

Con Giacalone (3-6 7-5 6-3) su Gianluca Mager (6/389), Stefanini (6-2 6-1) sull’argentino Tomas Lipovsek Puches (376/3) e Summaria (7-5 6-1) su Pasquale De Giorgio (1678/qualificato), eliminati al secondo turno anche Gian Marco Moroni (896), Luca Prevosto (1201/qualificato),  Pietro Rondoni (749) e Matteo Trevisan (766).

 

Moroni: (6-2 6-3) su Augusto Virgili (senza ranking/qualificato), poi (2-6 6-3 6-7) contro Nagal. Prevosto: (4-6 6-2 7-5) su Tommaso Schold (senza ranking/qualificato), poi (3-6 3-6) contro Clarke. Rondoni: (2-6 7-5 6-4) su Pietro Licciardi (779), poi (5-7 1-6) contro Lindell. Trevisan: (7-5 6-3) su Walter Trusendi (446/7), poi (2-6 6-3 4-6)  contro l’ex numero 52 ATP (2014) olandese Igor Sijsling (595).

 

Con i citati Dalla Valle, Licciardi, Mager, Rizzuti, Schold, Trusendi e Virgiili, estromessi al primo turno: Gianluca Acquaroli (2064/wild card) ko (1-6 3-6) contro Sijsling,  Federico Iannacone (1783/wild card) ko (3-6 0-6) contro Clarke, Antonio Massara (688) ko (4-6 5-7) contro Nagal, il quindicenne Lorenzo Musetti (senza ranking/qualificato) ko (2-6 3-6) contro Lindell e Giovanni Oradini (1588/qualificato) ko (4-6 4-6) contro Coria.

 

Vittoria sfiorato anche da Alessandro Petrone (554/2) a Cluj Napoca ($15.00/terra/Romania F7) dove è stato sconfitto (3-6 4-6) in finale dall’argentino Hernan Casanova (507/1). Il ventiseienne lombardo non riesce quindi a conquistare il suo primo titolo.

 

Le vittorie di Petrone: (6-2 6-0 e 6-3 6-3) i rumeni M. Jecan (/902) e D. Tomescu (2002/wild card) e (6-4 5-7 6-2) su Nicola Ghedin (4/703) in semifinale.

 

Le vittorie del semifinalista Ghedin: (6-2 6-2, 6-4 6-3 e 6-3 6-2) sui rumeni Stefan Palosi (senza ranking/wild card), Razvan Marius Codescu (senza ranking/qualificato) e Bogdan Ionut Apostol (1301/qualificato) nei quarti di finale

 

Un turno superato da Francesco Ferrari (952) e Davide Pontoglio (1015). Nel doppio semifinale per Pontoglio in coppia con Casanova.

 

Nel circuito Challenger, l’appuntamento italiano di Cortina (€64.00/terra) ha visto come miglior azzurro Matteo Viola (318), che ha colto la semifinale cedendo (2-6 6-7) all’ex numero 68 ATP (2016) austriaco Gerald Melzer (132/3).

 

Le vittorie di Viola: (6-4 7-5) sul croato Viktor Galovic (230), (4-6 6-3 7-5) sul serbo Danilo Petrovic (281) e (6-7 7-6 6-1) sullo spagnolo Carlos Taberner (270) nei quarti di finale.

 

Gli altri azzurri non sono riusciti a superare il secondo turno. Andrea Arnaboldi (299) ha battuto (6-3 6-1) il portoghese Goncalo Oliveira (248), ma ha subito perso (2-6 7-6 6-7) contro l’ex 95 ATP (2015) e futuro vincitore spagnolo Roberto Carballes Baena (155/4). Matteo Berrettini (173/esenzione speciale), reduce dal trionfo di San Benedetto, ha sconfitto (3-6 6-3 6-4) Roberto Marcora (843/qualificato), per poi cedere (4-6 6-7) all’ex Top-20 spagnolo Marcell Granollers (111/2).

 

Col citato Marcora, eliminati al primo turno: Riccardo Balzerani (964/wild card) ko (0-6 7-6 4-6) contro l’argentino Collarini (238), Jacopo Berrettini (1139/wild card) ko (0-6 6-4 6-7) contro l’altro albiceleste Pedro Cachin, Salvatore Caruso (176/6) ko (5-7 3-6) contro Petrovic, Matteo Donati (297) ko (6-7 6-2 5-7) contro il brasiliano Guilherme Clezar (272), Federico Gaio (205/7) ko (6-7 5-7) contro il serbo Miljan Zekic (350/qualificato), Alessandro Giannessi (104/1) ko (7-5 4-6 4-6) contro lo spagnolo Pedro Martinez (298) e Andrea Vavassori (564/wild card) ko (1-6 1-6) contro Carballes Baena.

 

Nel doppio, semifinale per Bortolotti/Vavassori e per Ghedin con il monegasco Romain Arneodo.

 

Nel Challenger di Tampere (€43.000/terra/Finlandia), subito eliminato Riccardo Bellotti (240) che ha perso (5-7 6-7) contro il boliviano Hugo Dellien (325/lucky loser)

 

Semifinale di livello anche nel femminile con Camilla Rosatello (266/qualificata) nel ricco ITF di Praga ($80.000/terra/Repubblica Ceca) che ha ceduto (2-6 2-6) alla finalista ceca Karolina Muchova (337/wild card).

 

Le vittorie di Rosatello: (7-6 4-6 6-0) sulla georgiana Sofia Shapatava (251), (7-6 7-5) sull’ex Top-100 (89) russa Irina Khromacheva (121/4) e (7-6 6-7 6-2) sulla svizzera Amra Sadikovic (200). 

 

Negli altri tornei ITF maschili si segnalano sette quarti di finale per gli azzurri: Liam Caruana, Raul Brancaccio, Filippo Borella, Matteo De Vincentis, Cristian Carli, Davide Galoppini e Claudio Fortuna.

 

A Champaign ($25.000/cemento/U.S.A F25), Liam Caruana (5/565) ha perso (4-6 1-6) contro il futuro finalista statunitense Deiton Baughman (1142/qualificato).

 

A Xativa ($25.000/cemento/Spagna F23), Raul Brancaccio (616) ha ceduto (2-6 2-6) al futuro finalista spagnolo Eduard Esteve Lobato (737), semifinale in doppio con l’altro iberico Javier Barranco Cosano.

 

Al Cairo ($15.000/terra/Egitto F22), Filippo Borella (2002/qualificato) con vittoria sull’egiziano Issam Haitham Taweel (698) e Matteo De Vincentis (1412) con successo (6-4 6-7 6-0) sull’ucraino Yurii Dzhavakian (778/5). Fuori all’esordio Riccardo Roberto (1383).

 

A Istanbul ($15.000/terra/Turchia F27), Cristian Carli (697/5) si è arreso (2-6 2-6) al futuro vincitore spagnolo Guillermo Olaso (856/6). Fuori al primo turno Mirko Cutuli (8). Carli/Cutuli hanno vinto il doppio. Per il ventunenne marchigiano ed il coetaneo calabrese è il primo titolo ITF in assoluto.

 

A Mohammedia ($15.000/terra/Marocco F2), Davide Galoppini (621/5) si è inchinato (2-6 4-6) al futuro vincitore spagnolo Carlos Boluda Purkiss (472/2).

Secondo turno per Filippo Baldi (744/6) e Filippo Leonardi (875). In doppio semifinale per Galoppini/Leonardi e Baldi/Boluda Purkiss.

 

A Skopje ($15.000/terra/Macedonia F1), Claudio Fortuna (590/5) è stato superato (1-6 6-4 4-6) dal futuro finalista croato Nino Serdarusic (506/3). Un turno superato da Marco Miceli (1428). Fuori al debutto: Federico Bertuccioli (senza ranking/qualificato), Laerte Di Falco (1440), Giovanni Fonio (1334), Francesco Garzelli (1302) e Luca Narcisi (senza ranking/qualificato).

 

Eliminati al secondo turno Alexander Weis (1337/qualificato) a St. Poelten  ($15.000/terra/Austria F4) e Fabrizio Ornago (543/2) a Mragowo ($15.000/terra/Polonia F7) dove il lombardo ha colto la finale in doppio col francese Samuel Bensoussan e dove Marco Di Prima (1783/qualificato) ha perso al debutto.

 

Primo turno fatale anche per Tommaso Metti (senza ranking/qualificato) a Dublino ITF maschile ($25.000/cemento/Irlanda F2) e per Erik Crepaldi (6) che si è ritirato a Idanha-A-Nova ($15.000/cemento/Portogallo F13).

 

Negli altri tornei ITF femminili tre quarti di finale per le azzurre: Ludmilla Samsonova,  Martina Colmegna e Vittoria Avvantaggiati.

 

A Le Contamines-Montjoie ($15.000/cemento/Francia), Ludmilla Samsonova (595/4) si è arresa (6-2 5-7 6-7) alla futura finalista francese Theo Gravouil (622).

Secondo turno Claudia Coppola (senza ranking) ko (4-6 6-3 4-6) contro Gravouil. 

Subito out Andrea Camerano (senza ranking/qualificata) e Lucrezia Stefanini (515/3).

 

A Targu Jiu ($15.000/terra/Romania), Vittoria Avvantaggiati (senza ranking/qualificata) ha ottenuto le prime due vittorie nel circuito ITF: (6-0 6-2 e 3-6 6-4 7-5) sulla rumena Maria Alexandra Giura (senza ranking/wild card) e Riya Bhatia (519), poi il ko (1-6 2-6) contro la futura finalista australiana Belinda Woolcock (931/qualificata).

 

Secondo turno per Federica Bilardo (659/5) e Michele Alexandra Zmau (976/esenzione speciale): la prima ko (2-6 4-6) contro Woolcock, la seconda (7-6 5-7 2-6) contro la quartofinalista Martina Colmegna (754). Subito fuori Angelica Moratelli (751).

 

Secondo turno per Verena Meliss (1096) a Tampere ($15.000/terra/Finlandia ko (3-6 2-6) contro la futura finalista francese Marie Benoit (432/1). Un turno superato da Federica Prati (1028) a Sharm El Sheikh  ($15.000/cemento/Egitto) e da Giorgia Marchetti (535/1) a Dublino ($15.000/cemento/Irlanda) ko (3-6 1-6) contro la futura finalista irlandese Sinead Lohan (909) e vincitrice in doppio con l’olandese Rosalie Van Der Hoek. Per la ventiduenne laziale è il titolo numero 13, il 4° del 2017.

 

In Finlandia fuori al debutto Giorgia Testa (1006), come in Egitto Valentina Lia (senza ranking/wild card), Mariagiovanna Nanti (senza ranking/wild card) ko (0-6 0-6) contro la futura vincitrice greca Eleni Kordolaimi (520/2) e Andreina Pino (senza ranking/qualificata).

 

Eliminate al primo turno anche Martina Caregaro (402), Jessica Pieri (8/269) e Anna Giulia Remondina (553/qualificata) a Horb ($25.000/terra/Germania), Miriana Tona (841/7) a Evansville ($15.000/cemento/U.S.A.) ed Anna Maria Procacci (1107) a Parnu ($15.000/terra/Estonia).

 

Gli appuntamenti settimanali degli azzurri con due tornei in Italia: il Challenger di Biella e l’ITF maschile di Bolzano.

 

Biella Challenger (€106.500+H/terra):

Andrea Arnaboldi (qualificato), Salvatore Caruso, Marco Cecchinato (1), Matteo Donati (wild card), Federico Gaio, Lorenzo Giustino, Gianluca Mager (qualificato), Roberto Marcora (qualificato), Stefano Napolitano, Andrea Pellegrino (wild card), Pietro Rondoni (wild card), Lorenzo Sonego (wild card), Stefano Travaglia (7), Matteo Viola (esenzione speciale). 

 

Bolzano ITF maschile ($25.000/terra/F24):

Riccardo Balzerani, Andrea Basso, Jacopo Berrettini (wild card), Marco Bortolotti (8), Daniele Capecchi (qualificato), Cristian Carli, Alessandro Ceppellini (qualificato), Enrico Dalla Valle (qualificato), Manfred Fellin (wild card), Francesco Ferrari, Nicola Ghedin, Omar Giacalone, Federico Maccari (qualificato), Antonio Massara, Manuel Mazza (qualificato), Fabio Mercuri (qualificato), Giovanni Oradini (qualificato), Luca Pancaldi, Davide Pontoglio, Francesco Salviato (qualificato), Jacopo Stefanini, Corrado Summaria (wild card), Alexander Weis (wild card).

 

Segovia Challenger (€85.000+H/cemento/Spagna):

Matteo Berrettini (7), Edoardo Eremin (qualificato), Luca Vanni (4).

 

Liberec Challenger (€43.000+H/terra/Repubblica Ceca):

Riccardo Bellotti.

 

ITF maschile Decatur ($25.000/cemento/F26 U.S.A.):

Liam Caruana (2).

 

ITF maschile Erzurum ($25.000/cemento/F28 Turchia):

Alessandro Ragazzi (qualificato), Matteo Marfia (ranking protetto).

 

ITF maschile Pitesti ($25.000/terra/F8 Romania):

Alessandro Petrone (6), Eros Siringo.

 

ITF maschile Porto ($25.000/terra/F14 Portogallo):

Davide Albertoni (all’ultimo turno delle qualificazioni).

 

ITF maschile Bruxelles ($25.000/terra/F7 Belgio):

Tommaso Metti (qualificato).

 

ITF maschile Cairo ($15.000/terra/F23 Egitto):

Filippo Borella, Matteo De Vincentis, Riccardo Roberto.

 

ITF maschile Casablanca ($15.000/terra/F3 Marocco):

Filippo Baldi (7), Davide Galoppini (5), Filippo Leonardi, Nicolo Turchetti.

 

ITF maschile Kaarina ($15.000/terra/F1 Finlandia):

Giovanni Rizzuti (qualificato).

 

ITF maschile Mragowo ($15.000/terra/F8 Polonia):

Fabrizio Ornago (1), Riccardo Chessari (all’ultimo turno delle qualificazioni), Marco Di Prima (all’ultimo turno delle qualificazioni), Stefano Reitano (wild card).

 

ITF maschile Skopje ($15.000/terra/F2 Macedonia):

Mirko Cutuli, Laerte Di Falco (lucky loser), Claudio Fortuna (5), Giovanni Fonio (qualificato), Francesco Garzelli (qualificato).

 

ITF femminile Bad Saulgau ($25.000+H/terra/Germania):

Deborah Chiesa (all’ultimo turno delle qualificazioni), Alice Matteucci (all’ultimo turno delle qualificazioni), Jessica Pieri.

 

ITF femminile El Espinar Segovia ($25.000/cemento/Spagna):

Giulia Gatto Monticone (5).

 

ITF femminile Woking ($25.000/cemento/Gran Bretagna):

Martina Caregaro,  Jasmine Paolini (1).

 

ITF femminile Istanbul ($15.000/terra/Turchia):

Martina Spigarelli.

 

ITF femminile Porto ($15.000/terra/Portogallo):

Gaia Sanesi (5), Lucrezia Stefanini (3).

 

ITF femminile Savitaipale ($15.000/terra/Finlandia):

Verena Meliss, Giorgia Testa.

 

ITF femminile Sharm El Sheikh ($15.000/cemento/Egitto):

Francesca Dell’Edera (all’ultimo turno delle qualificazioni), Valentina Lia (qualificata), Mariagiovanna Nanti (all’ultimo turno delle qualificazioni), Andreina Pino (qualificata), Federica Prati.

 

ITF femminile Targu Jiu ($15.000/terra/Romania):

Nastassja Burnett, Martina Colmegna, Angelica Moratelli, Michele Alexandra Zmau (qualificata).

Shares